vacanze in grecia logo cosafrearodi

 

Novità & Curiosita'

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
15
16
17
22
23
24
29
30
31

Spazio Pubblicitario

spazio libero

Prossimi Eventi...

“Chiusa per bomba”.Una bomba ha danneggiato gravemente la pizzeria Sorbillo ai Tribunali. Erano da poco passate le 2 di stanotte quando un ordigno è esploso fuori dalla storica pizzeria di Gino Sorbillo ai Tribunali, esercizio storico di Napoli. L’esplosione, fortunatamente, non ha causato feriti, ma è stata sufficientemente potente da danneggiare gravemente l’ingresso ed i locali della pizzeria.

“Riapriremo presto” promette Sorbillo in un video ricorda come quegli stessi locali erano stati devastati da un incendio il 26 aprile del 2012. Il personale era tornato a lavoro a giugno. Sul posto sono arrivati gli uomini della Polizia scientifica per tutti i rilievi del caso. Le indagini sono coordinate dalla Dda di Napoli. Al vaglio le immagini delle telecamere che sono presenti nella via e quelle del locale.

Tantissimi i messaggi di solidarietà e le reazioni della politica da parte di tutti gli schieramenti. Sorbillo è soprattutto un imprenditore che ha esportate l’arte dei pizzaiuoli, riconosciuta patrimonio dell’Unesco, fino a New York dove nel novembre del 2017 ha aperto un locale in cui il sindaco di New York Bill de Blasio è stato pizzaiolo per un giorno.
«Sorbillo è simbolo di tutti coloro che resistono senza piegare la testa», dice Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare Antimafia.

«Ho espresso la solidarietà e vicinanza mia e della stragrande maggioranza dei napoletani che sono persone perbene – ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris – Questi criminali e delinquenti non passeranno. Si devono arrendere e devono sapere che ormai il riscatto di Napoli passa attraverso l’onestà, la cultura e la ribellione a ogni forma di violenza. La solidarietà che oggi esprimiamo a Gino Sorbillo la estendiamo a tutti gli imprenditori e operatori commerciali che quotidianamente sono vittime di una violenza che tutti insieme dobbiamo contrastare». De Magistris ha poi denunciato: «Siamo ancora in attesa delle forze dell’ordine che per ben due volte in visita a Napoli il ministro dell’Interno aveva promesso e che io personalmente non ho visto se non nelle occasioni in cui autorevoli esponenti di Governo fanno visita».

 

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
15
16
17
22
23
24
29
30
31

Seguici su Facebook