vacanze in grecia logo cosafrearodi

 

Novità & Curiosita'

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

Spazio Pubblicitario

spazio libero

Prossimi Eventi...

“Chiusa per bomba”.Una bomba ha danneggiato gravemente la pizzeria Sorbillo ai Tribunali. Erano da poco passate le 2 di stanotte quando un ordigno è esploso fuori dalla storica pizzeria di Gino Sorbillo ai Tribunali, esercizio storico di Napoli. L’esplosione, fortunatamente, non ha causato feriti, ma è stata sufficientemente potente da danneggiare gravemente l’ingresso ed i locali della pizzeria.

“Riapriremo presto” promette Sorbillo in un video ricorda come quegli stessi locali erano stati devastati da un incendio il 26 aprile del 2012. Il personale era tornato a lavoro a giugno. Sul posto sono arrivati gli uomini della Polizia scientifica per tutti i rilievi del caso. Le indagini sono coordinate dalla Dda di Napoli. Al vaglio le immagini delle telecamere che sono presenti nella via e quelle del locale.

Tantissimi i messaggi di solidarietà e le reazioni della politica da parte di tutti gli schieramenti. Sorbillo è soprattutto un imprenditore che ha esportate l’arte dei pizzaiuoli, riconosciuta patrimonio dell’Unesco, fino a New York dove nel novembre del 2017 ha aperto un locale in cui il sindaco di New York Bill de Blasio è stato pizzaiolo per un giorno.
«Sorbillo è simbolo di tutti coloro che resistono senza piegare la testa», dice Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare Antimafia.

«Ho espresso la solidarietà e vicinanza mia e della stragrande maggioranza dei napoletani che sono persone perbene – ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris – Questi criminali e delinquenti non passeranno. Si devono arrendere e devono sapere che ormai il riscatto di Napoli passa attraverso l’onestà, la cultura e la ribellione a ogni forma di violenza. La solidarietà che oggi esprimiamo a Gino Sorbillo la estendiamo a tutti gli imprenditori e operatori commerciali che quotidianamente sono vittime di una violenza che tutti insieme dobbiamo contrastare». De Magistris ha poi denunciato: «Siamo ancora in attesa delle forze dell’ordine che per ben due volte in visita a Napoli il ministro dell’Interno aveva promesso e che io personalmente non ho visto se non nelle occasioni in cui autorevoli esponenti di Governo fanno visita».

 

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

Seguici su Facebook

Ti puo' interessare anche....